Questo sito web fa uso di cookie
Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.
x

LA NUOVA ECONOMIA E’

- Una economia incentrata sulle persone e sull’ambiente e non sulla massimizzazione del profitto, che opera in un contesto di mercato.

- Una economia che è caratterizzata dalla dignità e rispetto della persona, dal suo coinvolgimento partecipativo, democratico e solidale nei luoghi di lavoro e dal rispetto di tutti i protagonisti della filiera produttiva.

- Una economia dove la logica di collaborazione supera quella conflittuale.

- Una economia dove le aziende sono aperte al dialogo e condividono le loro strategie con tutti i portatori di interesse quali i dipendenti, i clienti, i fornitori, la comunità locale, e sono proiettate verso la creazione di valore condiviso.

- Una economia dove la finanza è finalizzata allo sviluppo dell’economia reale e non alla speculazione.

- Una economia attenta alle generazioni future e allo sviluppo sostenibile.

In sintesi una economia “generativa” in grado di contribuire alla ricchezza di senso ed alla soddisfazione di vita di tutti.

Il portale EyeOnBuy.org funziona attraverso un algoritmo indipendente che permette di misurare il grado di responsabilità delle imprese in modo semplice, trasparente e interattivo, aiutando così il cittadino nelle sue scelte di acquisto.

Per generare l'indice di reputazione di ogni azienda, l'algoritmo prende in considerazione alcune variabili fondamentali:

LA QUALITA' E LA VELOCITA'
NELLA GESTIONE DEI RECLAMI

La risposta a un reclamo è un indicatore della qualità dell'attenzione dell'azienda verso il cliente.

La gestione dei reclami dà un contributo massimo alla reputazione dell'azienda di 30 punti su 100.

Di questi:

deriva dal fatto che l'azienda risponda o non risponda
è dato dalla velocità media di risposta dell'azienda
deriva dal grado di soddisfazione del cittadino a chiusura del reclamo

L'AUTOVALUTAZIONE DELL'AZIENDA

L'autovalutazione dell'azienda dà un contributo massimo alla sua reputazione di 50 punti su 100.
Il questionario di autovalutazione è composto da 5 domande per ognuna delle seguenti 6 aree:

L'azienda e il governo dell'organizzazione
Le persone e l'ambiente di lavoro
I rapporti con i cittadini/consumatori
La catena di fornitura
I comportamenti verso l'ambiente
I comportamenti verso la comunità locale

Per ogni domanda l'azienda si dà un punteggio da 1 a 5. Visualizza il questionario.
Ogni autovalutazione viene verificata dagli associati di NeXt e, se si evidenziano criticità, viene verificata in un contraddittorio con l'azienda.
L'autovalutazione è un'assunzione di responsabilità da parte dell'azienda: sul portale viene pubblicato il questionario compilato e tutti possono verificare la coerenza tra quanto dichiarato e i comportamenti e le strategie aziendali messe in atto nella realtà.
Le incongruenze e i problemi segnalati dai cittadini impongono alle aziende, anche con l'intervento del gestore del sito, di modificare il punteggio della propria autovalutazione.

LE SEGNALAZIONI DEI CITTADINI

I cittadini possono mettere a confronto le dichiarazioni delle aziende con i loro reali comportamenti e segnalare loro aree di miglioramento e punti di disaccordo.

E' interesse delle aziende rispondere, spiegare la propria posizione e le azioni di miglioramento che intendono attuare: in base alla quantità e alla gravità delle segnalazioni, il sistema, attraverso il gestore, chiede alle aziende di correggere il proprio punteggio.

L'indice di reputazione delle aziende è quindi frutto di una verifica democratica dal basso, per giungere quindi a un'autovalutazione partecipata.

PRENDI PARTE AL CAMBIAMENTO

Registrati per aiutarci a creare un dialogo più aperto tra cittadino e impresa.



Se come noi credi nel progetto e in un modello economico più sano e partecipato, sostieni EyeOnBuy registrandoti e possibilmente contribuendo con una piccola donazione.

EyeOnBuy vuole essere autonomo dalle aziende, e con il tuo piccolo contributo, insieme a tanti altri, rendi possibile il progetto.

Conferma registrazione
Dona

Privacy Policy

Il sottoscritto, ai sensi e per gli effetti di cui al dal D.lgs. 30.6.2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), autorizza EyeOnBuyCommunity Srl al trattamento dei suoi dati personali, anche con l’ausilio di mezzi informatici e telematici, al fine di essere informato sull’avanzamento del progetto EyeOnBuy e prende atto che, ai sensi del D.lgs. 30.6.2003, n. 196, titolare del trattamento dei dati è la società sopra citata.

Il sottoscritto potrà esercitare, in qualunque momento, tutti i diritti di accesso ai propri dati personali previsti dall’art. 7 del dal D.lgs. 30.6.2003, n. 96.

Il sottoscritto, ai sensi e per gli effetti degli artt. 13 e 23 dal D.lgs. 30.6.2003, n. 196 dichiara essere stato preventivamente informato e di avere ricevuto le informative previste dalla legge.

SOSTIENI EYEONBUY

Dona 2 euro
Dona 50 euro
Dona 10 euro
Dona un altro importo

Oppure effettua un bonifico bancario:
Intestato a EyeOnBuy Community Impresa Sociale srl
Conto in Banca di Credito Cooperativo di Roma
Piazza Giuseppe Gioacchino Belli, 2 - 00153 Roma
IBAN: IT79 L083 2703 247 00000000 1268
Mettere nell'oggetto: sostieni EyeOnBuy

“Puoi dedurre/detrarre dal reddito le tue donazioni ad EyeOnBuy Comunity impresa sociale srl. Ai sensi dell’art. 13 Dlgs n.460/97 e successiva legge 80/05 ogni donazione è fiscalmente deducibile dal reddito complessivo del soggetto erogatore nel limite del 10% del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui; oppure è possibile detrarre dall’imposta lorda il 19% dell’importo donato fino ad un massimo di 2.065,83 euro (art. 15, comma I lettera i-bis del D.P.R. 917/86). Per usufruire di tali benefici fiscali alle persone fisiche, dovrai conservare la relativa attestazione di donazione: l’estratto conto della banca in caso di bonifico o RID bancario o estratto conto della carta di credito emesso dalla società gestore”

Il comitato dei promotori, che credono in questo strumento è costituito da:
Leonardo Becchetti
NeXt - Università di Roma Tor Vergata, Presidente
Marco Bentivogli
FIM Cisl
Lorenzo Caselli
Università di Genova
Giovanni Battista Costa
NeXt - Nuova Economia per tutti
Pino Di Francesco
Fairtrade
Marco Frey
Scuola Superiore Sant'Anna
Antonio Gaudioso
Cittadinanzattiva
Alessandro Mostaccio
Movimento Consumatori
Francesco Occhetta SJ
Civiltà Cattolica
Ermete Realacci
Symbola
Armando Roncaglia
Gruppo Roncaglia
Roberto Rossini
ACLI
Andrea Segré
Università di Bologna
Stefano Zamagni
Economia Civile
Soana Tortora
NeXt
Claudia Fiaschi
Forum del Terzo Settore
Francesca Maria Corrao
Università Luiss Guido Carli
Pierluigi Sassi
Earth Day Italia
Walter Ganapini
Agenzia Europea dell'Ambiente
Daniele Di Gennaro
Minimum Fax
Grammenos Mastrojeni
Diplomatico
Vittorio Pelligra
Università di Cagliari
Paolo Venturi
Aiccon
Jeffrey Sachs
Columbia University
Giulio Romani
FIRST CISL